Home » Partigiani sempre

Partigiani sempre

by Rino Arrigoni

19 Aprile 2024

 Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi

non parteggia, odio gli indifferenti Antonio Gramsci

Pensieri Canzoni e Storie di Pace, Resistenza, Diritti e Liberta

nel concerto-tematico dei

C A N T O S O C I A L E

Partendo dalle parole di Antonio Gramsci, un concerto tematico sui valori della Resistenza e della Costituzione da cui proviene. Questi temi saranno ricordati attraverso un percorso narrativo fatto di canti sociali storici , canzoni appositamente scritte, musiche e brevi ma intensi monologhi costruiti su testimonianze e racconti orali spesso frutto di ricerche del gruppo. Storie, voci e suoni che partendo dai CANTI PARTIGIANI fino ad arrivare a quelli delle LOTTE per i DIRITTI , Il LAVORO , LA SOCIETA’  ci parlano della gente e dei modi diversi con cui si è “subita “ le GUERRE MONDIALI e la RESISTENZA messa in campo durante il, fascismo fino al 25 Aprile 1945 L’opposizione a quel clima culturale di odio, razzismo, guerra, vincendo quotidianamente la paura con coraggio, attraverso la disubbidienza civile a fianco all’eroismo della GUERRIGLIA PARTIGIANA. Un chiaro riferimento agli scenari di guerra di oggi e un doveroso tributo anche a chi resiste oggi come ieri con particolare riferimento a chi oggi si batte per preservare il valore dei principi della Costituzione. Dalla lotta alla Mafia, alla ricerca della Pace, alla cura dell’ambiente .  Per questo il repertorio portante dello  spettacolo è costituito anche da alcuni brani originali che riguardano i temi di oggi  oltre che dai classici appositamente riarrangiati e musicalmente “rivitalizzati” come : Bella Ciao (anche in un’inedita versione con testo tratto da “la madre del partigiano di Rodari), Fischia il vento, la Strehleriana “Ma mì”.

Importante anche il recupero di brani simbolo, veri e propri inni delle diverse brigate partigiane, operanti sia nell’Oltrepò che nel piacentino; nell’alessandrino, in Val Sesia e d’Ossola e sull’Appenino ligure come “La Brigata Garibaldi“, “Quando saremo a Varzi” ,

Anche la poesia trova il giusto spazio nello spettacolo con suggestivi brani strumentali originali “costruiti” intorno ai versi dei grandi poeti come Franco Fortini e non mancherà Beppe Fenoglio nel centenario dalla nascita con alcune letture dal “Partigiano Johnny” oltre che del grandissimo Gianni Rodari poeta e scrittore; non solo per bambini, autore della filastrocca che dà il titolo allo spettacolo; quell’”accento sulla A“ dalla sua raccolta “la grammatica della fantasia” dove gli errori sono i mancati diritti, le guerre e non gli accenti e le virgole mancanti e di quel “PROMEMORIA, ci sono cose da fare.

Importanti anche le canzoni originali che il gruppo ha composto negli anni “Storia di Pozzol Groppo” sulla strage efferata di giovanissimi partigiani della brigata Cornaggia, ad opera dei repubblichini sanguinari della Sicherheits, avvenuta nella scuola del piccolo centro pavese sul crinale della Val Staffora e della Val Curone fino a “Dòn cuntra le guèra” sugli scioperi per la pace delle filande nel 1917 e “Non Pretenderai” dedicato a Liliana Segre lettera canzone in risposta agli odiatori  e agli indifferenti dei nostri giorni

Il finale sarà un inedito e ’originale Inno di Mameli alias “Canto degli Italiani” sia per la musica , una versione quasi Hendrixiana, sia per il testo privato di ogni enfasi retorica restituito alla gente comune.

Carcano Piero : voce, percussioni, kazoo

Rota Gianni: chitarra acustica ed elettrica ,flauto, percussioni, voce

Buratti Davide contrabasso. Basso elettrico, voce

Anzaldi Cristian : fisarmonica, chitarre elettriche e acustiche, voce…

Turcato Marcello sassofoni : soprano , tenore, alto.. percussioni , voc

CANTOSOCIALE attivi da 25 anni sul territorio nazionale, oltre 1000  tra  concerti, lezioni, animazioni culturali in vari contesti; dai teatri alle biblioteche dalle piazze ai centri sociali alle strade; dalle feste popolari, ben conosciuti anche nelle scuole di diverso grado, dalle materne alle superiori oltre che per gli spettacoli specifici su argomenti storici, anche per i numerosi laboratori di animazione alla lettura, di ricerca e teatralizzazione della cultura orale e popolare. In particolare il lavoro in questi anni realizzato sulla Storia la società del nostro Paese li ha fatti apprezzare in tutta Italia con specifici spettacoli-tematici :dai Deportati nei Lager alla Resistenza, dal Risorgimento alla 1^ Guerra Mondiale alla Mafia alla Costituzione , dalla civiltà contadina a quella industriale agli omaggiai Cantacronache a P.P. Pasolini, Gianni Rodari, Franco. Fortini. Italo Calvino. I Cantosociale  hanno da sempre privilegiato i LIVE, dove si esprimono  al massimo con l’empatia e la carica passionale, la  teatralità popolare che da sempre li contraddistingue. Molte le partecipazioni a Festival e rassegne su tutto il territorio nazionale e concerti anche all’estero vedi i  tour in Francia e Belgio. Hanno collaborato con Bruno Cartosio, Betty Gilmore, il coro delle mondine di Valle, Gianna Coletti, Piero Mazzarella, Vittorio Vaccaro,  Maurizio dehò, Moni Ovadia, Ivan della Mea, Fausto Amodei, Vittorio Vaccaro, Jo Fallisi, Giovanni Straniero, Marco Philopat…hanno suonato a fianco di Gong, Hanos Jasur, Massimo Bubola, Grazia Di Michele , Alessio Lega ,Oralia Dominguez,  Bianca Berini, Federico Sirianni, Tetes de Bois, Frankie hnrg, Mau Mau, Coro di Piadena …

Info: pag FB: CANTOSOCIALE; pierocarcano3@gmail.com, cell 3335740348

Potrebbe piacerti anche